apertura di un nuovo">

Home > News > Norme antiriciclaggio sui conti correnti dal 2014

 

Norme antiriciclaggio sui conti correnti dal 2014

Norme antiriciclaggio sui conti correnti dal 2014 07/10/2013 - A partire dal prossimo 1 gennaio 2014 tutte le banche italiane dovranno riadattare i contratti attualmente proposti ai clienti al momento dell’apertura di un nuovo conto corrente, facendo propria la nuova normativa imposta dalla Banca di Italia nella lotta agli scambi sospetti di denaro tra privati, ed al riciclaggio del denaro stesso.
La norma prevede in particolare l’obbligo, da parte della banca o di eventuali intermediari, di verificare la reale titolarità dei conti per i quali vengano effettuati operazioni di prelievo, pagamento o deposito con banconote di grosso taglio, ovvero da 200 e 500 euro.
Nello specifico la banca dovrà accertare chi è il reale beneficiario della cifra mossa attraverso l’operazione, chi ne è il promotore ed i motivi che sono dietro a questo scambio di denaro; tale controllo dovrà inoltre essere mappato su un orizzonte temporale medio lungo per verificare se esiste una certa ricorrenza nei rapporti economici tra chi versa il denaro e chi lo riceve.
Laddove la banca non riuscisse a definire la reale entità delle parti coinvolte nello scambio e le motivazioni alla base, o laddove una delle due parti si rifiutasse di fornire le informazioni richieste, la banca stessa è tenuta a “restituire” il denaro eventualmente depositato sul conto corrente.
La restituzione dovrà però avvenire tramite bonifico bancario da eseguire a favore in un conto corrente acceso presso un’altra banca.

I dubbi sulle nuove norme
Sono due i principali dubbi sollevati riguardo all’esecuzione di questa nuova norma. Il primo riguarda la restituzione del denaro, che come detto, dovrà avvenire su un altro conto corrente; è evidente infatti che poche banche saranno disposte ad accettare bonifici in entrata per cifre ritenute già “in odore di riciclaggio” da parte di un’altra banca.
Il secondo dubbio riguarda l’attuazione di un “regolamento bancario”, che sembra però essere in contrasto con gli articoli 1852 e 1856 del Codice Civile che giuridicamente assume normalmente valenza prioritaria. In questi due articoli viene asserita la libertà da parte del cliente di poter disporre del denaro versato in qualsiasi momento (art 1852) e l’obbligo per la banca di rispondere a quanto dettato nei mandati ricevuti dal cliente.
Questi due articoli sono chiaramente in contrasto con il nuovo regolamento emanato dalla Banca di Italia che invece determina una serie di vincoli nelle movimentazioni di denaro quando queste risultino sospette.
Per questo l’ABI ha già chiesto alla stessa Banca d’Italia di apportare i dovuti chiarimenti ed un vademecum interpretativo della nuova norma e della sua conformità ai succitati articoli di legge.

Link utili:
ABI
Banca d´Italia


CALCOLATORI
di prestiti, finanziamenti e mutui
Calcolatore di Rata Calcola la Rata
Simulatore di prestito, mutuo, finanziamento. Trova la rata giusta per le tue tasche in base al tasso, durata ed importo.
Calcolatore Tasso EffettivoRata Calcola il Tasso Effettivo
Che interessi stai pagando? Per conoscere gli interessi effettivi sul tuo prestito o mutuo che stai restituendo o che vuoi richiedere.
Quanto puoi chiedere Quanto puoi richiedere?
Per sapere l'importo che puoi richiedere in base al tuo reddito attuale.

ULTIME NEWS  
03/04/2016 - La morosità nei mutui
03/02/2016 - Prestito vitalizio ipotecario
08/01/2016 - Finanziamenti Nuove Imprese: le domande dal 13 gennaio 2016
03/12/2015 - Richiesta mutui in aumento
16/04/2014 - Aiuti per mutui prima casa 2014
19/03/2014 - Come ottenere un mutuo
19/02/2014 - Finanziamenti imprese giovanili 2014

Guarda tutte le news di quest'area
Guarda tutte le news del portale

 
® W.P.S. Web Marketing s.r.l. | P.I. 02439520814
direzione@wps-srl.it