Apertura di un conto corrente


Apertura di un conto corrente Non è raro che l’apertura di un conto corrente possa avvenire in maniera gratuita, richiedendo al cliente un versamento minimo iniziale. La fase di apertura di presuppone la sottoscrizione di un contratto: che deve essere redatto in forma scritta, pena nullità; il cliente ha diritto a ricevere una copia scritta del contratto di conto corrente con la specifica di tutte le condizioni.
Prima di procedere con l’apertura conto corrente presso una banca, è consigliabile, andando presso la filiale o consultando il sito internet dell’istituto di credito, informarsi sui costi del conto corrente e sui servizi connessi. A questo proposito anche: i servizi del conto corrente.
Il cliente ha il diritto di ottenere la documentazione necessaria a titolo gratuito, per potere valutare tra le diverse offerte senza impegnarsi con la banca. A seguito della valutazione, è possibile richiedere l’apertura del conto corrente con un valido documento d’identità. Se la banca a cui ci si rivolge è disponibile all’apertura del conto corrente, si procederà alla stipulazione del contratto.
Per aprire un conto corrente bisogna presentare alla banca presso cui si vuole attivare il conto un valido documento d’identità ed il codice fiscale. Nel caso in cui si abbia intenzione di aprire un conto corrente cointestato, bisognerà essere accompagnati dagli altri intestatari muniti dei medesimi documenti. È possibile richiedere alla banca una copia dell’informativa pre-contrattuale.


Miglior conto corrente Miglior conto corrente
Non esiste un miglior conto corrente generico, tra la moltitudine di offerte di conti correnti specifici presentati dalle banche, il conto più interessante sarà, caso per caso, quello più adatto alle proprie esigenze del momento.
Il primo passo da fare nella ricerca del più conveniente disponibile sul mercato, è una corretta valutazione dei propri bisogni, considerando di quali servizi ci si vuole avvalere (a parte il canone, sono infatti le spese dei servizi quelle che possono rendere un’offerta di conto corrente più o meno attraente). Quindi, il conto migliore è in funzione delle nostre aspettative, quanto più si avvicina alle caratteristiche che ricerchiamo, tanto più sarà migliore.
Ovviamente un prodotto con costo zero o spese inferiori avrà sempre più possibilità di essere considerato preferibile, quindi se si decide di fare un confronto tra banche e prodotti offerti, bisogna sempre fare il confronto tra prodotti analoghi, che offrono servizi uguali o almeno simili e poi poter valutare chi è più vantaggioso e chi meno.

Servizi connessi ad un conto bancario Servizi connessi ad un conto bancario
I motivi principali per cui si richiede l’apertura di un conto corrente ad una banca sono la gestione del proprio risparmio e l’utilizzo dei servizi connessi. È importante valutare i diversi conti correnti delle varie banche in quanto ogni conto presenta diverse tipologie di servizi associati, ed in più differenti costi per i medesimi servizi. In linea teorica il miglior conto corrente prevede il minimo di spese fisse e di spese per servizi. In pratica, la scelta del miglior conto corrente dipende dalla propria situazione specifica, a seconda delle operazioni che si pensa si effettueranno più spesso (ad es., se si effettuano spesso dei prelievi, è opportuno scegliere offerte che non prevedono commissioni per tali operazioni).

Quali sono le spese di conto Quali sono le spese di conto
Le spese per l`utilizzo di un conto corrente dipendono molto dalla banca a cui ci si rivolge e dalla soluzione specifica per cui si opta. Alcuni conti correnti prevedono costi predeterminati, che non considerano il numero di operazioni effettuate, mentre altre volte sono proposti conti con costi variabili a seconda del numero di operazioni. Un costo ineliminabile dei conti correnti è l’imposta di bollo obbligatoria, che però è attualmente dovuta per giacenze medie sopra i 5.000 euro. Se si detiene anche un deposito titoli, va considerato che è previsto un bollo aggiuntivo proprorzionale al valore dei titoli posseduti. Possiamo dire che da qualche anno non vi sono più spese per la chiusura di un conto, ma se si guarda con attenzione alla fine qualche costo arriva sempre, le banche trovano sempre il modo di far pagare qualsiasi servizio da esse reso.



Conti correnti con affidamento Conti correnti con affidamento

Spesso si ha l`esigenza di associare al conto un piccolo fido, ovvero la possibilità di andare in negativo fino ad una cifra massima prestabilita. Questa che viene chiamata “facoltà di scoperto in conto corrente“, è una possibilità che si paga cara, visti gli interessi richieste, quindi da utilizzare solo per brevi periodi di spese impreviste. Quindi quando si parla di conto corrente affidato ci si riferisce ad un conto sul quale il cliente ha attivato un fido di cassa. Di fatto, in virtù di questa apertura di credito in conto corrente, detta appunto affidamento in conto corrente, il titolare dello stesso ha praticamente ottenuto un finanziamento dalla banca, questo sottoforma di denaro disponibile che può utilizzare per le proprie esigenze di liquidità. Tutto questo sempre entro un limite massimo oltre il quale è previsto il pagamento di una penale o il recesso dell’affidamento sul conto corrente.

Con questa operazione la banca concede al cliente un affidamento, che può avere o meno una garanzia ipotecaria, che può essere utilizzato con una modalità, e si parla di forma specifica di affidamento, oppure con più modalità di utilizzo, allora parliamo di affidamento in forma promiscua, regolate da particolari condizioni e clausole di contratto, e mette a disposizione del cliente, a tempo determinato o indeterminato, una somma di denaro, concedendogli la facoltà di addebitare il conto corrente oltre la disponibilità, fino alla cifra concordata. In genere, il cliente può usare tale somma una volta sola o anche più volte, in base al contratto sottoscritto. Se l’affidamento è concesso su un conto corrente di corrispondenza o su conto finanziamento, allora l’affidamento può essere a tempo determinato o indeterminato e il cliente può con successivi versamenti, nonché bonifici o altri accrediti, ripristinare la disponibilità di credito.



CALCOLATORI
di prestiti, finanziamenti e mutui
Calcolatore di Rata Calcola la Rata
Simulatore di prestito, mutuo, finanziamento. Trova la rata giusta per le tue tasche in base al tasso, durata ed importo.
Calcolatore Tasso EffettivoRata Calcola il Tasso Effettivo
Che interessi stai pagando? Per conoscere gli interessi effettivi sul tuo prestito o mutuo che stai restituendo o che vuoi richiedere.
Quanto puoi chiedere Quanto puoi richiedere?
Per sapere l'importo che puoi richiedere in base al tuo reddito attuale.

ULTIME NEWS  
10/12/2013 - Migliori conti correnti di dicembre 2013
12/11/2013 - La crisi di Banca Carige
24/10/2013 - Conto corrente CheBanca online
07/10/2013 - Norme antiriciclaggio sui conti correnti dal 2014
29/07/2013 - I rischi di default di BANCA MARCHE
05/04/2013 - Miglior conto corrente aprile 2013
07/03/2013 - Miglior conto corrente marzo 2013

Guarda tutte le news di quest'area
Guarda tutte le news del portale

 
® W.P.S. Web Marketing s.r.l. | P.I. 02439520814
direzione@wps-srl.it