Finanziamenti ai dipendenti


Finanziamenti ai dipendenti I finanziamenti per lavoratori dipendenti, sia pubblici che privati, sono i finanziamenti più diffusi, facili e veloci da ottenere, tranne che non vi siano grossi problemi di solvibilità o contratti di lavoro precario. Le banche gradiscono molto la garanzia offerta da una busta paga, per questo le pratiche di finanziamento sono molto snelle, soprattutto nei riguardi dei dipendenti pubblici.
Le banche e le finanziarie non hanno di solito grandi difficoltà ad accettare la richiesta di finanziamenti dipendenti. In questo caso, infatti, il lavoratore può porre a garanzia del rimborso del finanziamento la certezza di uno stipendio mensile, e, per le somme più alte, il proprio TFR.
Ovviamente esistono molte differenze, a seconda del tipo di lavoro e del reddito percepito, se si è dipendenti pubblici, statali, o di grandi aziende private, oppure se al contrario si è neoassunti o dipendenti di piccole aziende o a tempo determinato.
Se nel primo caso si possono trovare delle agevolazioni, oltre ad un facile accesso ai finanziamenti per dipendenti, gli appartenenti alla seconda categoria dovranno mettere in campo delle solide garanzie per accedere al credito.


Finanziamento dipendenti statali Finanziamento dipendenti statali
Il finanziamento ai dipendenti statali è previsto per i lavoratori delle forze dell’ordine (esercito, polizia, carabinieri ecc.) e per i lavoratori dipendenti dai ministeri. Il finanziamento può essere erogato nelle stesse forme previste per i dipendenti pubblici, avvalendosi delle agevolazioni Inpdap, o usufruire di particolari forme di finanziamento ( ad es. del prestito Cassa Sottufficiale).
Le banche e le finanziarie non hanno di solito grandi problemi ad erogare un finanziamento ai dipendenti statali, in quanto la posizione lavorativa del richiedente è molto solida e fornisce valide garanzie sulla possibilità di restituire il finanziamento. Questi finanziamenti per i dipendenti dello stato possono essere richiesti nella forma del prestito personale, nel caso in cui si dovesse avere bisogno di liquidità, del prestito finalizzato per l’acquisto di beni specifici, o con l’accensione di un mutuo per somme più importanti.
È possibile trovare dei finanziamenti per gli statali che prevedono agevolazioni riguardanti il tasso di interesse e le modalità di accesso al credito, grazie alla presenza di fondi speciali e convenzioni tra gli enti pubblici e le banche.

Tipi di finanziamento a dipendenti Tipi di finanziamento a dipendenti
La possibilità di accedere ad un finanziamento da parte di dipendenti, pubblici o privati, e l’importo che è possibile richiedere dipendono tra l’altro dall’affidabilità del datore di lavoro e dal tipo di contratto del cliente.
Le differenze più notevoli si hanno tra le possibilità di finanziamento a lavoratori pubblici o statali (in questo caso il datore di lavoro è lo Stato, le garanzie sono forti ed è possibile accedere a finanziamenti in convenzione), le possibilità di finanziamento a lavoratori di grandi aziende (che non hanno particolare difficoltà ad accedere a finanziamenti con la cessione del quinto) e le possibilità di finanziamento a dipendenti di piccole aziende o con contratto a tempo determinato. In questi ultimi casi, si deve essere in grado di produrre delle garanzie per richiedere il finanziamento per dipendenti.
Nell’erogare un finanziamento ai dipendenti di aziende private, le banche di solito accettano un importo massimo proporzionale al TFR accantonato. In questo modo è difficile ottenere un finanziamento per dipendenti neoassunti: tuttavia il neoassunto può ricevere un finanziamento fino a 24.000 euro se ha almeno 3 mesi di servizio in un’azienda di almeno 30 lavoratori.

Finanziamento dipendenti pubblici Finanziamento dipendenti pubblici
Rispetto a molte altre categorie lavorative, i lavoratori del settore pubblico possono contare su modalità facilitate di accesso al credito, spesso in maniera agevolata. Il finanziamento può essere erogato direttamente dall’Inpdap oppure essere richiesto alle banche convenzionate con l’Istituto godendo delle stesse agevolazioni in termini di tasso di interesse più basso.
La modalità, prevista per legge, di richiesta di finanziamento a dipendenti pubblici con la cessione del quinto dello stipendio (o del prestito delega) consente l’accesso al credito anche a coloro che risultano cattivi pagatori.
Un inconveniente è che a volte sono necessari tempi un po’ più lunghi per accedere al finanziamento quando è erogato direttamente dall’Inpdap, a causa di problemi burocratici. Ciò dipende anche dall’efficienza dell’ufficio territoriale competente.
La richiesta di finanziamento dipendenti pubblici ha di solito esito positivo. Il finanziamento dipendenti pubblici può essere richiesto anche all’Inpdap, o agli istituti di credito convenzionati (prestito garantito), avendo così accesso a finanziamenti con tassi di interesse agevolati. È possibile richiedere all’Inpdap piccoli prestiti, mutui, prestiti pluriennali per varie finalità.
Di seguito alcuni istituti di credito che forniscono buoni finanziamenti ai dipendenti pubblici: BNL per dipendenti, oppure Figenpa dipendenti pubblici.


Cessione del quinto dipendenti Cessione del quinto dipendenti

I finanziamenti con cessione del quinto per i dipendenti pubblici possono essere richiesti anche all’Inpdap ed essere erogati in maniera diretta o indiretta (in convenzione con le banche). I finanziamenti con cessione del quinto per i dipendenti di aziende private fanno riferimento anche al TFR accumulato, in base al quale è possibile ottenere somme più o meno importanti.

Mutui dipendenti statali Mutui dipendenti statali

Oltre che finanziamenti specifici di entità maggiore o minore, i dipendenti statali possono richiedere all’Inpdap anche dei mutui. In particolare si ricordano i mutui per l’acquisto della prima casa o per ristrutturazione. Si caratterizzano come finanziamenti Inpdap pluriennali per i dipendenti statali, e per poterli richiedere bisogna produrre la domanda utilizzando i moduli specifici.

Prestiti personali a dipendenti Prestiti personali a dipendenti

La quasi totalità delle banche e delle società finanziarie, praticamente, non ha alcun problema a poter concedere dei finanziamenti a dipendenti nella forma del prestito personale. Si ricorda che i finanziamenti con prestito personale riguardano somme fino a trentamila euro richieste per esigenze di liquidità e un dipendente a tempo indeterminato non ha difficoltà ad ottenerli.



CALCOLATORI
di prestiti, finanziamenti e mutui
Calcolatore di Rata Calcola la Rata
Simulatore di prestito, mutuo, finanziamento. Trova la rata giusta per le tue tasche in base al tasso, durata ed importo.
Calcolatore Tasso EffettivoRata Calcola il Tasso Effettivo
Che interessi stai pagando? Per conoscere gli interessi effettivi sul tuo prestito o mutuo che stai restituendo o che vuoi richiedere.
Quanto puoi chiedere Quanto puoi richiedere?
Per sapere l'importo che puoi richiedere in base al tuo reddito attuale.

ULTIME NEWS  
03/02/2016 - Prestito vitalizio ipotecario
08/01/2016 - Finanziamenti Nuove Imprese: le domande dal 13 gennaio 2016
03/12/2015 - Richiesta mutui in aumento
16/04/2014 - Aiuti per mutui prima casa 2014
19/02/2014 - Finanziamenti imprese giovanili 2014
03/01/2014 - Miglior mutuo casa gennaio 2014
13/12/2013 - Prestito BancoPosta

Guarda tutte le news di quest'area
Guarda tutte le news del portale

 
® W.P.S. Web Marketing s.r.l. | P.I. 02439520814
direzione@wps-srl.it