Elenco protestati


Elenco  protestati L’elenco protestati raggruppa i nominativi di coloro che hanno subito il protesto e le caratteristiche dei titoli di credito che sono andati in protesto. Essi, una volta che sono trasmessi alla Camera di Commercio, vengono inseriti nel Registro Informatico dei protesti, per far sì che sia le imprese che gli istituti di credito possano rendersi conto di coloro che risultano protestati.
L’elenco protestati viene stilato mensilmente e inoltrato alla Camera di commercio che provvede ad inserirlo nel Registro dei protesti. Le banche, prima di accordare un prestito, fanno riferimento anche a questi elenchi o a quelli per cattivi pagatori messi a disposizione dalle centrali rischi. A tal proposito vedi anche: Crif.
Richiedere la visura del protesto od il certificato può essere necessario per produrre la domanda per ottenerne la cancellazione , operazione che faciliterebbe la possibilità di accedere ad un Prestito specifico per chi ha un protesto.


Elenco protestati gratuito Elenco protestati gratuito
L’elenco protestati presentato ogni mese alla Camera di commercio per la pubblicazione sul Registro informatico dei protesti deve indicare, per ciascun protesto, la data in cui è stato levato ed il cognome, il nome ed il domicilio del soggetto protestato. Sull´elenco protestati deve anche essere riportata la data di scadenza del titolo che è stato protestato, l’importo dovuto ed anche i motivi per cui è stato rifiutato il pagamento delle somme da parte del debitore protestato. La consultazione gratuita dell’elenco protestati, utile a verificare la presenza di protesti o meno su scala nazionale, può consentire una ricerca approfondita. L’elenco protestati, infatti, può essere consultato ricercando le informazioni immettendo il nome, oppure il codice fiscale, nonché la data ed il luogo in cui è avvenuta la levata del protesto o la data di scadenza del titolo protestato. In ogni caso, per richiedere visure e documenti sarà necessario pagare i diritti di segreteria.

Elenco protesti gratis Elenco protesti gratis
Chiunque può consultare l’elenco protestati messo a disposizione dalla Camera di commercio attraverso il Registro informatico. Per prendere visione dell’elenco protestati bisogna utilizzare i terminali collegati al sistema informatico delle Camere di commercio (a seguito della stipulazione di una convenzione) o quelli della Camera di commercio stesso. Risultano essere a pagamento, invece, le richieste di visure riguardanti la denominazione del soggetto protestato oppure la certificazione. La visione gratuita dell’elenco dei protestati presso le Camere di commercio consente di potere effettuare ricerche riguardanti protesti levati negli ultimi cinque anni. Le visure ed i certificati, richiedibili a pagamento dopo che si è effettuata la ricerca sull´elenco protestati, servono quali documenti attestanti o meno la presenza di protesti nei confronti di una determinata persona (la visura, ad esempio, è necessaria per richiedere la riabilitazione e la cancellazione di un eventuale protesto).

Elenco protestati e dei protesti Elenco protestati e dei protesti
Sull’istanza presentata per richiedere la cancellazione dall’elenco dei soggetti con protesti bisogna specificare il proprio nome e cognome, i dati anagrafici, il luogo di residenza ed il codice fiscale. Vanno specificati anche i titoli cambiari a firma dell’istante per i quali viene richiesta la cancellazione dall’elenco dei protestati, specificandone anche l’importo, la scadenza e la data del protesto. Naturalmente bisognerà anche essere in grado di indicare la data in cui si è provveduto a pagare il dovuto. La Legge 18 agosto 2000 numero 235 prevede la possibilità, per il soggetto protestato, presentando un’apposita istanza al Presidente della Camera di commercio, di richiedere che venga annotato sull’elenco dei protestati l’avvenuto pagamento, anche qualora dovessero essere trascorsi i termini per potere richiedere la cancellazione del nominativo dall’elenco protestati. La medesima Legge stabilisce anche la possibilità di ottenere la cancellazione dall’elenco protestati in caso di illegittimità o erroneità del protesto.


Elenco protesti Elenco protesti

La cancellazione dall’elenco protestati è possibile, secondo quanto stabilito dall’articolo 4 della Legge n.77 del 1955, per avvenuto pagamento dei titoli. L’istanza riguardante la cancellazione del proprio nominativo dall’elenco protestati può fare riferimento anche alla Legge 108/1996, qualora si sia ottenuto il Decreto di riabilitazione rilasciato dal Tribunale, avendo provveduto al pagamento del dovuto entro i termini previsti ed essendo trascorso un anno dalla levata del protesto.

Elenco persone protestate Elenco persone protestate

Naturalmente la presentazione del solo modulo, con marca da bollo, per l’istanza di cancellazione del proprio nominativo dall’elenco protestati non è sufficiente. Bisognerà potere allegare a tale istanza, e specificare sulla stessa, al fine di ottenere la cancellazione dall´elenco protestati, la documentazione comprendente la dichiarazione di avvenuto pagamento dei titoli firmata dal creditore, con fotocopia del documento d’identità dello stesso, ed il Decreto di riabilitazione.

Lista protestati Lista protestati

Per ottenere la cancellazione dall’elenco protestati tenuto dalla Camera di commercio di competenza territoriale è necessario presentare un’istanza al Presidente della Camera di commercio, utilizzando il modulo specifico che prevede anche il pagamento di una marca da bollo. La Legge 12 febbraio 1955 numero 77 (con le successive modificazioni) specifica le modalità di presentazione di tale istanza che il richiedente deve rispettare al fine di ottenere la cancellazione dall’elenco dei soggetti sottoposti a protesto.


 

Registro protesti, normativa	Registro protesti, normativa

La normativa di riferimento è: L.12/02/1955, n.77 e successive modifiche ed integrazioni - L.18/08/2000, n.235. La Camera di Commercio cura la tenuta del Registro informatico dei protesti , ove sono contenuti tutti i protesti levati negli ultimi 5 anni a partire dalla data di pubblicazione sul Registro. L´art. 3, comma 1 della L. 18 agosto 2000, n. 235 , dispone che le Camere di Commercio provvedono esclusivamente alla pubblicazione ufficiale dei protesti mediante il registro informatico e l´aggiornamento avviene attraverso gli elenchi inviati dagli ufficiali levatori o ufficiali giudiziari su supporto cartaceo e floppy o invio telematico. L´art.2 comma 2 della stessa legge, inoltre, riconosce la facoltà agli ufficiali levatori incaricati della levata dei protesti o agli istituti di credito dimostrare di avere agito erroneamente o illegittimamente inviando alla Camera di Commercio formale istanza di rettifica/cancellazione del protesto. Il debitore che ha provveduto al pagamento dell´effetto cambiario, oltre un anno dalla data del protesto, può chiedere alla Camera l´annotazione del pagamento, producendo istanza di annotazione con la documentazione prevista per la cancellazione La legge 235/2000 fa riferimento unicamente alla cancellazione dei protesti cambiari ( cambiali e vaglia cambiari) escludendo dalla normativa gli assegni bancari. Tuttavia risulta ammissibile la cancellazione di questi ultimi qualora l´interessato dimostri di avere subito erroneamente o illegittimamente il protesto.



CALCOLATORI
di prestiti, finanziamenti e mutui
Calcolatore di Rata Calcola la Rata
Simulatore di prestito, mutuo, finanziamento. Trova la rata giusta per le tue tasche in base al tasso, durata ed importo.
Calcolatore Tasso EffettivoRata Calcola il Tasso Effettivo
Che interessi stai pagando? Per conoscere gli interessi effettivi sul tuo prestito o mutuo che stai restituendo o che vuoi richiedere.
Quanto puoi chiedere Quanto puoi richiedere?
Per sapere l'importo che puoi richiedere in base al tuo reddito attuale.

ULTIME NEWS  
20/03/2013 - Cancellazione di protesti di assegni bancari e postali
11/02/2013 - Aumento dei protesti nel 2012

Guarda tutte le news di quest'area
Guarda tutte le news del portale

 
® W.P.S. Web Marketing s.r.l. | P.I. 02439520814
direzione@wps-srl.it