Protestati


Protestati Quando si risulta nelle liste delle centrali rischi come protestati, la propria posizione nei confronti delle banche e delle società finanziarie peggiora sensibilmente: le possibilità di accesso al credito si riducono e non è possibile usufruire dei servizi connessi ad un conto corrente. Tuttavia, con pazienza, è possibile riuscire ad ottenere la cancellazione dai registri dei protestati.
Coloro che subiscono il protesto, cioè la dichiarazione pubblica da parte di un ufficiale giudiziario del mancato pagamento di un titolo di credito, risultano essere protestati ed i loro nominativi sono inseriti nelle banche dati che gli istituti di credito controllano nel momento in cui si ha intenzione di richiedere un prestito. Può essere utile prendere visione di: Il consolidamento debiti.
Coloro che sono protestati, oltre a riscontrare problemi nel caso in cui richiedessero un prestito, sono tenuti al pagamento di quanto dovuto più le spese del protesto e degli interessi. Rischiano, inoltre, il pignoramento.


Essere protestati Essere protestati
I protestati, con riferimento alla Legge 108/96 (contenente disposizioni contro l’usura) possono richiedere la cancellazione dagli elenchi dopo avere ottenuto la riabilitazione attraverso un Decreto del Presidente del Tribunale. La riabilitazione può essere accordata a coloro che hanno un protesto soltanto se non sono stati levati altri protesti nei 12 mesi successivi alla levata.
Ma cosa com ... [continua]

Le banche ed i protestati Le banche ed i protestati
Nei confronti di coloro che risultano essere protestati negli elenchi delle centrali rischi le banche assumono un atteggiamento guardingo, in quanto automaticamente vengono considerati come soggetti con poca affidabilità creditizia. L’unico modo, per chi ha un protesto, con cui è possibile recuperare affidabilità è sanare i debiti pendenti e procedere alla cancellazione dagli elenchi.
Le banche ... [continua]

Il protestato Il protestato
È possibile richiedere la cancellazione dagli elenchi dei protestati nel caso in cui si paghi il titolo andato in protesto. In tal caso si parla di cancellazione per avvenuto pagamento del titolo. Per far ciò, i soggetti devono pagare le somme dovute, compresi gli interessi e le spese, entro un anno dalla data in cui è avvenuta la levata del protesto da parte dell’ufficiale giudiziario.
Chi si ... [continua]


Conto corrente per protestati Conto corrente per protestati

In linea teorica, non sussiste alcun problema per aprire dei conti correnti a protestati, in quanto nessuna norma giuridica vieta espressamente a chi è in questa situazione di potere richiedere l’apertura di un conto corrente.
Purtroppo però, nella realtà, si riscontrano difficoltà quasi insormontabili per quanto riguarda l’apertura di un conto corrente se si è inseriti nella lista "nera", in ... [continua]

Cambiale protestata Cambiale protestata

A differenza di altri titoli di credito che necessitano di particolari procedure per poter essere protestati o che prevedono la presenza di un lasso di tempo più o meno lungo per potersi rimettere in regola coi pagamenti, se una cambiale risulta non pagata essa diventa immediatamente esecutiva. Dal 2002 bisogna indicare sulla cambiale il luogo e la data di nascita del debitore.
Anche la cambial ... [continua]

Elenco  protestati Elenco protestati

L’elenco protestati raggruppa i nominativi di coloro che hanno subito il protesto e le caratteristiche dei titoli di credito che sono andati in protesto. Essi, una volta che sono trasmessi alla Camera di Commercio, vengono inseriti nel Registro Informatico dei protesti, per far sì che sia le imprese che gli istituti di credito possano rendersi conto di coloro che risultano protestati.
L’ ... [continua]


 

Gli assegni protestati Gli assegni protestati

Come si è visto, l’emissione di un assegno senza autorizzazione o senza provvista può portare alla levata del protesto, e gli assegni saranno protestati. Gli effetti del protesto degli assegni per i soggetti che risulteranno iscritti negli elenchi, per quanto riguarda l’accesso al credito, sono i medesimi di quelli che si verificano per qualunque tipo di protesto e cioè difficoltà con le banche sia per avere credito che per aprire un semplice conto corrente.
In caso di mancato pagamento, gli assegni possono essere protestati su richiesta del beneficiario, il quale, nel rispetto dei termini di scadenza, può farli valere anche come titoli esecutivi e procedere con le azioni di regresso.
A differenza delle cambiali, gli assegni in protesto comportano per il debitore anche delle sanzioni amministrative e la revoca di sistema. A volte è possibile essere iscritti nella Centrale Allarmi Interbancari anche se gli assegni impagati non sono stati protestati.
Non cambia nel caso di protesto assegno postale, medesime conseguenze si avranno anche se in protesto andrà un assegno postale.
Ulteriori informazioni su: Assegno protestato.


 

Prestiti con cambiali a protestati Prestiti con cambiali a protestati

In alcuni casi, anche chi è soggetto a protesto, può accedere a dei prestiti: i prestiti con cambiali o cambializzati. Alcune società finanziarie, infatti, trattano questo tipo di prestiti che permettono loro maggiori garanzie in quanto la cambiale, se non onorata, diventa immediatamente esecutiva. Ciò naturalmente può rappresentare un rischio per il debitore, quindi prima di accettare è bene pensarci. Il prestito personale cambializzato per cattivi pagatori e protestati è un prodotto finanziario che viene generalmente erogato da società finanziarie. Il prestito personale cambializzato prevede quindi il finanziamento di una somma predefinita che verrà poi rimborsata dal richiedente con un tasso di interesse fisso tramite delle cambiali, che verranno appoggiate a una banca dotata di sportello bancario scelta dal cliente. Questo particolare tipo di prestito utilizzabile dai cattivi pagatori è individuabile nella tipologia dei prestiti non finalizzati, per informazioni più dettagliate si visiti: finanziamenti a protestati.


 

Registro protesti Registro protesti

Le recenti norme prevedono, al fine di poter rendere i rapporti commerciali più trasparenti, che entro i dieci giorni successivi alla ricezione dell’elenco dei protestati la Camera di commercio competente per territorio inserisca i protesti nel Registro Informatico. Gli elenchi dei protestati vengono conservati nel Registro Informatico per un periodo di cinque anni. Questo è un servizio molto importante , certamente d’aiuto agli imprenditori, che se ne servono per evitare brutte sorprese nella scelta dei loro interlocutori d’affari. Ma le rifluenze maggiori si individuano sulle conseguenze che tale registro protesti ha sul credito, infatti, nessun istituto di credito, prima di accordare un fido o un mutuo, non assume informazioni sull’eventuale esistenza di protesti a carico del richiedente e si rivolge alla camera commercio per visualizzare il registro protesti.



CALCOLATORI
di prestiti, finanziamenti e mutui
Calcolatore di Rata Calcola la Rata
Simulatore di prestito, mutuo, finanziamento. Trova la rata giusta per le tue tasche in base al tasso, durata ed importo.
Calcolatore Tasso EffettivoRata Calcola il Tasso Effettivo
Che interessi stai pagando? Per conoscere gli interessi effettivi sul tuo prestito o mutuo che stai restituendo o che vuoi richiedere.
Quanto puoi chiedere Quanto puoi richiedere?
Per sapere l'importo che puoi richiedere in base al tuo reddito attuale.

ULTIME NEWS  
20/03/2013 - Cancellazione di protesti di assegni bancari e postali
11/02/2013 - Aumento dei protesti nel 2012

Guarda tutte le news di quest'area
Guarda tutte le news del portale

 
® W.P.S. Web Marketing s.r.l. | P.I. 02439520814
direzione@wps-srl.it