Assegno circolare


Assegno circolare L’assegno circolare è emesso dalla banca per somme disponibili al momento dell’emissione: necessita del nome (o della ragione sociale) del beneficiario ed è pagabile a vista (l’assegno circolare non può essere emesso “al portatore“ e deve riportare la data). La richiesta dell’assegno circolare non necessita della presenza di un conto corrente presso la banca emittente.
La caratteristica dell’assegno circolare è che, a differenza del semplice assegno bancario, non necessita della presenza di un conto corrente presso l’istituto di credito: è la banca stessa che si impegna a pagare il denaro e che emette l’assegno: l’importante è che si tratti di una banca autorizzata e che le somme necessarie siano disponibili al momento dell’emissione. Potrebbe interessare anche: Il conto corrente.
Si capisce dunque che l’assegno circolare è simile alla forma del vaglia cambiario. Necessita della presenza del nome del beneficiario, e risulta essere pagabile a vista.
In caso di errori in fase di compilazione, è possibile distruggere l’assegno circolare e compilarne uno nuovo. È possibile, inoltre, richiedere alla banca l’annullamento dell’assegno circolare. Si ricorda che la finalità dell’assegno circolare è di garantire il beneficiario, dato che è assicurata la presenza dei fondi necessari a garantire il pagamento della somma.


Informazioni su assegno circolare Informazioni su assegno circolare
L’assegno circolare si differenzia dall’assegno ordinario bancario in quanto, a differenza di quest’ultimo, per essere emesso non necessita della presenza di un conto corrente presso la banca o la Posta e dell’autorizzazione ad emettere assegni.
Nel caso dell’assegno circolare, infatti, è la banca stessa che garantisce la disponibilità del denaro necessario al pagamento a favore del beneficiari ... [continua]

Assegno circolare bancario Assegno circolare bancario
L’assegno circolare bancario deve riportare chiaramente la denominazione “assegno circolare” nel titolo, e la promessa di pagare a vista la somma convenuta. Naturalmente è necessario siano indicati anche la data ed il luogo in cui l’assegno viene emesso, nonché il nome del beneficiario e la sottoscrizione da parte dell’istituto di credito che emette l’assegno.
L’assegno circolare bancari ... [continua]

Assegno circolare Poste Assegno circolare Poste
Il vaglia postale circolare, strumento che è possibile utilizzare presso tutti gli uffici postali disseminati sul territorio nazionale, è lo strumento di pagamento di Poste Italiane che più si avvicina all’assegno circolare. Come con l’assegno circolare bancario, di cui rispetta la normativa, con il vaglia è possibile effettuare il pagamento in contanti (ma anche con addebito su BancoPosta).
L’ ... [continua]


Assegno circolare non trasferibile Assegno circolare non trasferibile

L’indicazione della clausola non trasferibile sull’assegno circolare sta ad indicare che lo stesso non può essere girato ad altro soggetto che diverso da quello indicato sull’assegno stesso.
Per importi che superano una certa cifra, la Legge stabilisce l’obbligatorietà della clausola non trasferibile da apporre sull’assegno circolare. Per il resto, l’assegno circolare non trasferibile rispetta ... [continua]

Cambiare assegno circolare Cambiare assegno circolare

Per cambiare un assegno circolare bisogna presentarsi alla filiale della banca che ha emesso l’assegno muniti di documento di identità per consentire le verifiche del caso. Può essere più comodo, onde evitare sgradevoli lungaggini, evitare di cambiare l’assegno circolare facendoselo versare sul proprio conto corrente, se si è titolari di un conto corrente presso una banca.
Per cambiare l ... [continua]

Validità assegno circolare Validità assegno circolare

Anche gli assegni circolari riportano una data di incasso, che è bene rispettare. Infatti, se l’assegno circolare viene incassato oltre il termine previsto nella data originaria, il rischio è di non venire pagati. La data, infatti, è presente quale forma di garanzia. Di solito il termine di validità dell’assegno circolare per cui è possibile riscuoterlo è di un massimo di 30 giorni.
Anch ... [continua]


 

Incasso assegno circolare Incasso assegno circolare

Recandosi presso una qualsiasi sede o agenzia della banca che ha emesso l’assegno circolare, è possibile incassarlo. A tal fine è necessario esibire l’assegno circolare ed un documento d’identità valido. Se un assegno circolare rimane inutilizzato, è possibile richiedere alla banca di emissione il rimborso: una volta annullato l’assegno, l’importo può essere restituito.
Essendo un titol ... [continua]


 

Scadenza assegni circolari Scadenza assegni circolari

Anche se si tratta di una situazione non comune, nel caso in cui la banca dovesse non pagare l’assegno circolare, il portatore ha diritto di agire contro i giranti e gli avallanti. Per potersi avvalere di tale diritto, bisogna che egli presenti l’assegno circolare per il pagamento entro 30 giorni dall’emissione dello stesso. Per agire contro l’emittente, invece, il termine è di tre anni.
Gli a ... [continua]



CALCOLATORI
di prestiti, finanziamenti e mutui
Calcolatore di Rata Calcola la Rata
Simulatore di prestito, mutuo, finanziamento. Trova la rata giusta per le tue tasche in base al tasso, durata ed importo.
Calcolatore Tasso EffettivoRata Calcola il Tasso Effettivo
Che interessi stai pagando? Per conoscere gli interessi effettivi sul tuo prestito o mutuo che stai restituendo o che vuoi richiedere.
Quanto puoi chiedere Quanto puoi richiedere?
Per sapere l'importo che puoi richiedere in base al tuo reddito attuale.

ULTIME NEWS  
05/02/2013 - Aumento costo assegno postale nel 2013

Guarda tutte le news di quest'area
Guarda tutte le news del portale

 
® W.P.S. Web Marketing s.r.l. | P.I. 02439520814
direzione@wps-srl.it