Tipi di assegno


Tipi di assegno Tra le caratteristiche dell’assegno, assume particolare importanza il fattore temporale: l’assegno, infatti, va presentato per l’incasso entro un arco di tempo prestabilito. In particolare, facendo riferimento alla data di emissione dell’assegno, questo dovrà essere presentato per l’incasso entro 8 giorni se “su piazza” (quando il comune di emissione è il medesimo di quello di pagamento).
Come si è detto, nel momento in cui si attiva un conto corrente presso una banca, è possibile richiedere la possibilità di utilizzare un libretto di assegni all’istituto di credito. Il modulo dell’assegno è composto di due parti: un talloncino che rimane unito al libretto e che contiene i dati, ed il vero e proprio assegno che viene staccato.
Il talloncino dell’assegno è molto utile al fine di controllare gli estratti conto. L‘emissione di un assegno privo di copertura costituisce un illecito amministrativo.


Assegno non trasferibile Assegno non trasferibile
La n. 214 del 22 dicembre 2011, il cosiddetto Decreto Salva Italia,ha apportato modifiche alle disposizioni circa l´utilizzo di denaro contante, titoli al portatore, assegni e libretti al portatore, in riferimento alla precedente Legge del 2007.
In particolare, a partire dal 6 dicembre 2011, per importi pari o superiori a 1.000 euro: È vietato il trasferimento, anche frazionato, di dena ... [continua]

Compilare un assegno Compilare un assegno
La corretta compilazione di un assegno prevede l´obbligo di indicare la data ed il luogo di emissione, il nome del beneficiario e di apporre la propria firma. A seguito dell’emissione dell’assegno, il beneficiario può presentarlo ad uno sportello bancario per effettuare l’incasso. Se nel compilare un assegno si tralasciano informazioni, la banca può rifiutarne il pagamento.
Nel compilare ... [continua]

Assegno postale Assegno postale
I titolari di un Conto BancoPosta Impresa, BancoPosta In Proprio o BancoPosta Office possono utilizzare qualunque tipologia di assegno bancario. Le disposizioni riguardanti l’assegno bancario, compresa la normativa riguardante il protesto, sono applicate anche all’assegno postale. È possibile, a seconda delle proprie esigenze, utilizzare gli assegni ordinari o gli assegni vidimati.
Chi è titola ... [continua]


Incasso assegno Incasso assegno

Il beneficiario indicato sull’assegno è colui che lo può incassare. Egli però deve avere cura di controllare, al fine di non avere problemi in occasione dell’incasso dell’assegno, che lo stesso sia compilato in tutte le sue parti, che riporti il suo nome, che non sia post datato né retrodatato, che non sia mancante l’angolo destro (di solito tagliato quando l’assegno viene pagato).
Il momento i ... [continua]

Informazioni sugli assegni Informazioni sugli assegni

Nel caso di un assegno emesso all’ordine dello stesso emittente, “a me medesimo”, questo può essere girato solo per l’incasso ad una banca. La necessità che l’assegno sia completo di tutte le informazioni necessarie e che queste siano correttamente inserite serve a tutelare anche il cliente che lo emette (in particolar modo per prevenire eventuali alterazioni dell’assegno stesso).
Si è ... [continua]



CALCOLATORI
di prestiti, finanziamenti e mutui
Calcolatore di Rata Calcola la Rata
Simulatore di prestito, mutuo, finanziamento. Trova la rata giusta per le tue tasche in base al tasso, durata ed importo.
Calcolatore Tasso EffettivoRata Calcola il Tasso Effettivo
Che interessi stai pagando? Per conoscere gli interessi effettivi sul tuo prestito o mutuo che stai restituendo o che vuoi richiedere.
Quanto puoi chiedere Quanto puoi richiedere?
Per sapere l'importo che puoi richiedere in base al tuo reddito attuale.

ULTIME NEWS  
05/02/2013 - Aumento costo assegno postale nel 2013

Guarda tutte le news di quest'area
Guarda tutte le news del portale

 
® W.P.S. Web Marketing s.r.l. | P.I. 02439520814
direzione@wps-srl.it