Assegno


Assegno L’assegno è uno strumento di pagamento, rientrante nei titoli di credito, sostitutivo del denaro contante. Può essere utilizzato “a vista” (la banca paga l’importo riportato sull’assegno quando le si presenta il titolo) oppure come titolo di credito (ed in questo caso può essere trasferito ad altre persone, sempre rispettando le necessarie formalità).
Le nuove normative hanno resto molto importante questo strumento di pagamento, quindi è importante conoscere le modalità di corretta compilazione, chiarire bene quando può essere incassato, quando parliamo di assegno scoperto.
Senza dimenticare gli assegni circolari, sia bancari che postali.


Tipi di assegno Tipi di assegno
Tra le caratteristiche dell’assegno, assume particolare importanza il fattore temporale: l’assegno, infatti, va presentato per l’incasso entro un arco di tempo prestabilito. In particolare, facendo riferimento alla data di emissione dell’assegno, questo dovrà essere presentato per l’incasso entro 8 giorni se “su piazza” (quando il comune di emissione è il medesimo di quello di pagamento).
Come ... [continua]

Assegno circolare Assegno circolare
L’assegno circolare è emesso dalla banca per somme disponibili al momento dell’emissione: necessita del nome (o della ragione sociale) del beneficiario ed è pagabile a vista (l’assegno circolare non può essere emesso “al portatore“ e deve riportare la data). La richiesta dell’assegno circolare non necessita della presenza di un conto corrente presso la banca emittente.
La caratteristica dell’as ... [continua]

Assegno protestato Assegno protestato
Nel caso in cui, in presenza di un assegno girato, non si ottiene il pagamento dell’assegno da parte dei giranti, esso va in protesto. Il protesto è l’atto formale con cui un pubblico ufficiale (può essere un notaio, un segretario comunale, un ufficiale giudiziario) dichiara la mancanza del pagamento e dà avvio alle procedure atte ad effettuare la riscossione di quanto non pagato.
Si pa ... [continua]


Assegno bancario Assegno bancario

L’ordine di pagamento scritto tramite il quale il cliente di una banca le chiede di versare una determinata somma ad un beneficiario è l’assegno bancario. Il cliente della banca può usufruire anche di un libretto d’assegni, nel caso in cui ha aperto un conto corrente, ha depositato la firma e ha sottoscritto la convenzione con l’istituto di credito che l’autorizza all’emissione.
L’assegn ... [continua]

Gli assegni Gli assegni

Gli assegni “fuori piazza”, così chiamati perché il comune di pagamento è differente da quello di emissione, possono essere presentati per l’incasso entro quindici giorni dalla data di emissione. Per essere validi, gli assegni devono fare riferimento ad una somma di denaro realmente contenuta sul conto del cliente (rapporto di provvista): in caso contrario viene ritenuto scoperto.
In te ... [continua]

Gli assegni circolari bancari Gli assegni circolari bancari

Per importi superiori a 5.000 euro l’assegno circolare bancario deve essere emesso dall’istituto di credito con la dicitura “non trasferibile”. Per somme inferiori ai 5.000 euro, l’assegno circolare bancario può emettersi (a fronte della richiesta scritta da parte del cliente) anche senza tale dicitura: in tal caso è prevista la necessità del pagamento di un’imposta di bollo.
Si è visto dunque ... [continua]


 

Cancellazione assegno protestato Cancellazione assegno protestato

Tra i principali documenti necessari al fine della cancellazione dell’assegno protestato si ricordano:

● l’assegno in originale, o in mancanza la denuncia di smarrimento dello stesso;
● la visura uso protesti che è possibile richiedere alla propria Camera di commercio;
● la Marca da Bollo e la liberatoria riguardante l’avvenuto pagamento dell’assegno protestat ... [continua]


 

Protestare un assegno Protestare un assegno

Chi si è ritrovato nell’antipatica situazione di avere un assegno protestato, al fine di adoperarsi per la riabilitazione deve richiedere alla propria Camera di commercio la visura uso protesti ( a tal fine è necessario presentare i documenti d’identità ed il certificato di residenza). La visura, da portare in tribunale, permette di ritrovare i dati riguardanti l’assegno protestato da cance ... [continua]


 

Assegno in protesto Assegno in protesto

Per riabilitarsi dall’assegno protestato occorre non solo che si sia saldato il debito, ma anche che sia trascorso un anno dall’avvenuto pagamento. Bisogna compilare una domanda di riabilitazione dimostrando l’avvenuto pagamento dell’assegno protestato ed allegare alla stessa la liberatoria firmata sia del debitore che dal creditore. Le firme devono essere autenticate da un notaio.
In ogni caso ... [continua]



CALCOLATORI
di prestiti, finanziamenti e mutui
Calcolatore di Rata Calcola la Rata
Simulatore di prestito, mutuo, finanziamento. Trova la rata giusta per le tue tasche in base al tasso, durata ed importo.
Calcolatore Tasso EffettivoRata Calcola il Tasso Effettivo
Che interessi stai pagando? Per conoscere gli interessi effettivi sul tuo prestito o mutuo che stai restituendo o che vuoi richiedere.
Quanto puoi chiedere Quanto puoi richiedere?
Per sapere l'importo che puoi richiedere in base al tuo reddito attuale.

ULTIME NEWS  
05/02/2013 - Aumento costo assegno postale nel 2013

Guarda tutte le news di quest'area
Guarda tutte le news del portale

 
® W.P.S. Web Marketing s.r.l. | P.I. 02439520814
direzione@wps-srl.it